STUDIO PERAZZA
 Via Tintoretto, 10

31056 Roncade (TV)

Phone: +39 0422 1789203
info@perazza.it

FOLLOW
Top

Come costruire una buona link building

L’importanza di una buona link building

Insieme alle tecniche Seo, l’inserimento di video e l’utilizzo strategico del copywriting, un altro fattore importante che aiuta il posizionamento online è la link building. Si tratta di costruire una rete di link, posizionati su siti terzi, che rimandano alla pagina/sito che vogliamo ottimizzare; in poche parole si tratta di costruire, più o meno artificialmente, link in ingresso che generino traffico verso il nostro portale. Semplice penserete voi, basta inserire il link della propria pagina ovunque nel web! In realtà non è così facile, Google, sempre più intelligente e preciso negli algoritmi di controllo, è in grado di definire la qualità e la “veridicità” della link building oltre al traffico effettivo generato dai singoli link. Se Google si accorge di stratagemmi poco veritieri penalizzerà il sito e potrebbe arrivare anche al punto di bannarlo quindi prestate attenzione!


Google controlla la vostra link building, evitate questi 3 errori

Oltre alla quantità di link accumulati, Google valuta altri fattori, state attenti quindi a non incappare in questi 3 errori e tenete a mente che il colosso tiene in considerazione anche:

  • Il confronto con il vostro miglior competitor. Se Google nota che avete grandemente superato il vostro miglior competitor come numero di link in ingresso si insospettisce considerando la link building del tutto artificiale e dunque fasulla. Monitorate quindi i siti e la situazione dei vostri simili e adeguatevi agli standard medi.
  • Velocità eccessiva nel collezionare link. Un aumento troppo veloce di link è sospetto, se passate dal collezionare 2-3 collegamenti ipertestuali a 50 nel giro di pochi giorni è evidente che le tempistiche non sono veritiere. Meglio dilazionare nel tempo il lavoro per costruire la link building alternandolo ad altre attività Seo.
  • Pertinenza delle piattaforme da cui partono i link. Se i siti o blog su cui inserite i link non sono per nulla pertinenti con il vostro settore e con le keyword che definiscono il vostro sito Google capirà che l’attività di link building è stata fatta solo per accumulare quantità di link. Non buttatevi a caso nel web dunque ma scegliete accuratamente le piattaforme.

Costruisce la link Building

Esistono varie modalità per seminare i link verso il proprio sito online, a seconda di dove e come posizionerete questi link.

  • Commenti: inserire il link nel commento che si lascia ad un articolo su un blog.
  • Forum: inserire il link in una conversazione di un forum, partecipando dunque in maniera attiva.
  • Scambio tra siti: creare nel proprio sito pagine apposite in cui suggerire dei link e chiedere a questi siti di essere inseriti nelle loro liste dei suggeriti.
  • Articolo di blog: inserire il link all’interno di un contenuto, possibilmente un articolo da condividere poi nel web attraverso altre piattaforme e social networks. Si può anche chiedere ad altri blogger e copywriter di inserire i vostri link nei loro articoli o di pubblicare sui loro blog il vostro articolo.

Come si fa una BUONA link building?

Innanzitutto evitando i tre errori e scegliendo una strategia che mescoli più modalità tra quelle sopra citate per il piazzamento dei link poiché se vi concentrate esclusivamente nel collocare link sempre in commenti dello stesso blog o nello stesso forum Google si insospettirà. In secondo luogo, per costruire una buona link building, dovete accompagnarla con una costante attività Seo e con una dispersione nel web di vostri contenuti e citazioni privi di link, sarebbe infatti poco realistico avere molti link in ingresso ma nessuno che parla del vostro brand.