STUDIO PERAZZA
 Via Tintoretto, 10

31056 Roncade (TV)

Phone: +39 0422 1789203
info@perazza.it

FOLLOW
Top

Web copywriting: tecniche di buona scrittura online

Seo e copywriting per ottimizzare il sito web

Un sito è ben fatto quando i suoi contenuti sono buoni, ovvero creativi, validi e ben leggibili, e quando viene facilmente trovato tra le prime posizioni nei motori di ricerca. Nel primo caso stiamo parlando di competenze di buona scrittura per il web, caratteristica principe del copywriter, mentre nel secondo è necessario utilizzare le tecniche Seo che permettono l’ottimizzazione dei contenuti del sito e la conseguente ottimizzazione nelle Serp dei motori di ricerca.

Se si uniscono le due cose si ottiene un sito internet che verrà trovato facilmente dagli utenti e verrà poi letto con piacere e curiosità, evitando così la fuga immediata di chi è atterrato sul portale.

Partiamo dalle basi…

Iniziamo analizzando la prima delle due competenze, ovvero tutti i segreti e le conoscenze che apporta il web copywriter, il professionista della scrittura 2.0 che applica tecniche e accorgimenti specifici ai contenuti pubblicati online.

Innanzitutto creatività!

Un buon testo dev’essere scritto bene, non ci piove! É inutile promuovere e dare visibilità a contenuti scadenti che non verranno apprezzati e letti. Le regole base della grammatica italiana sono date per scontate, a queste poi si deve aggiungere un buon grado di creatività e freschezza.

Come dev’essere un testo valido? Deve essere piacevole alla lettura e originale. Informazioni nuove sono sempre gradite, ancor più se espresse con un buon ritmo e un certo movimento del testo ottenuto con stratagemmi della scrittura, pause e sospensioni.

Il copywriter deve come prima cosa studiare il target degli utenti e potenziali lettori e adattare il testo in modo da renderlo appropriato a loro, sceglierà dunque se usare o meno tecnicismi, il grado di approfondimento delle informazioni e il linguaggio migliore da usare.

É sempre importante inoltre ricordare l’obiettivo della comunicazione. State vendendo qualcosa? Allora fatelo capire chiaramente e concentratevi sul prodotto o il servizio in questione, evitando giri di parole inutili e dispersione di informazione. La comunicazione online è generalmente più diretta rispetto a quella cartacea (il lettore si stanca prima) dunque non perdete di vista l’oggetto che volete comunicare. É utile una descrizione efficace del servizio/prodotto/contenuto, senza troppi preamboli, rendendo chiari al lettore i vostri intenti.

I vantaggi del web copywriting

Se il copywriter ha lavorato bene, i contenuti del sito saranno apprezzati dagli utenti che oltre a ritornare sul vostro portale faranno partire una condivisione virale facendo così conoscere a sempre più persone il vostro sito. Inoltre se il sito è finalizzato a promuovere o vendere prodotti e servizi ci sarà una maggiore percentuale di utenti che concluderanno la conversione o trattativa!

Qualche consiglio di copywriting

Se volete spolverare il vostro sito e donargli una veste migliore in poche mosse partite da queste tips:

  1. studiate in anticipo i vostri utenti/lettori e adattate il linguaggio in base ai loro standard
  2. dividete il testo in brevi paragrafi in modo da non stancare il lettore
  3. per ogni paragrafo inserite un titolo, Header, che in base alla sua importanza verrà identificato come Header 1 (H1) ovvero il titolo principale dell’articolo, H2 titoli di paragrafi, H3 sotto-paragrafi, e così via.
  4. il testo ha bisogno di movimento e ritmo: l’uso di corsivo, grassetto, sottolineato è ben accetto; così come l’utilizzo di domande e risposte ed esclamazioni!
  5. le parole non di uso comune, i termini obsoleti e i tecnicismi (se non si tratta di un sito o blog specifico di settore) non sono graditi nel web, meglio una comunicazione immediata e comprensibile.
  6. La lunghezza di un testo può essere variabile, non esiste una lunghezza minima e una massima a priori, un testo lungo può annoiare come rassicurare, dipende da cosa state comunicando e se state vendendo un servizio o no. É una delle caratteristiche da definire in fase di studio del target dei lettori. Vige comunque la solita regola di non eccedere in contenuti poco utili, giri di parole, preamboli che allungano inutilmente il testo.

Voi mettete in pratica questi 6 consigli? Se usate altre tecniche condividetele nei commenti sotto l’articolo.