STUDIO PERAZZA
 Via Tintoretto, 10

31056 Roncade (TV)

Phone: +39 0422 1789203
info@perazza.it

FOLLOW
Top

Cos’è l’Inbound marketing e come si fa

Inbound Marketing: attirare e convertire!

Il web marketing si divide in due grandi sfere: INbound e OUTbound. Quest’ultimo, molto in voga negli ultimi anni prevede strategie lanciate verso l’esterno per attirare potenziali clienti; che vengono cercati e raggiunti nel web attraverso l’acquisto di banner pubblicitari e liste di contatti.

Al contrario l’inbound marketing si concentra sui contenuti, lavorando per aumentarne qualità e credibilità in modo da attirare l’interesse di potenziali clienti e followers sui servizi, prodotti o contenuti sponsorizzati online. La strategia dell’inbound si sforza quindi di adattare i contenuti alle esigenze e ai gusti dell’utenza, in modo da attrarla e riuscire poi a concludere la conversione.

Come opera l’Inbound Marketing?

Lo scopo è sempre lo stesso: trasformare utenti del web in follower o clienti soddisfatti, che a loro volta faranno buona pubblicità del brand online. Su cosa lavora l’Inbound marketing? Lo scopo è attirare visitatori attraverso:

contenuto di qualità

Seo

social media marketing

email marketing

Sem

L’inbound marketing lavora ad un livello successivo del funnel, si concentra sulla produzione di contenuti (content marketing) pensati per il target specifico dell’utenza che si vuole raggiungere, dopo che sono stati attirati da pay per click e annunci sponsorizzati. I contenuti devono essere costruiti seguendo le regole Seo e andranno diffusi, pubblicizzati e condivisi su tutti i canali, dai portali al social networks, ma anche attraverso l’invio a mailing list selezionate.

L’importanza del contenuto

Fase fondamentale dell’Inbound marketing è produrre contenuti di qualità, andando oltre alla forma. Creare un banner pubblicitario dalla forma use friendly e Google friendly non nuoce, sarà infatti ben visto dai motori di ricerca ma questo non basta. Un annuncio vincente è quello che non solo viene cliccato ma che porta a concludere conversioni, che guida quindi l’utente all’acquisto. Per fare questo l’inbound marketer sa bene quanto sia essenziale non solo la forma, i singoli termini ottimizzati e i trucchetti Seo ma anche i contenuti veri e propri.

La metodologia dell’Inbound marketing

Di seguito ecco facilmente spiegati gli scopi e le fasi operative di questo tipo di web marketing, utile alle aziende per aumentare numero di clienti, pubblicità positiva del brand online e di conseguenza far salire il fatturato.

* Fase 1: Attirare utenti generici nel web

* Fase 2: Convertirli in visitatori del sito web

* Fase 3: Chiudere i contatti e portare alla conversione (chiudere la vendita)

* Fase 4: Soddisfare i clienti in modo che diventino buoni ambasciatori

Nella fase 1: gli utenti vengono attratti attraverso: blog, social networks, parole chiave e contenuti ottimizzati nelle pagine diffuse nel web; lo scopo è far conoscere il proprio brand online.

Nella fase 2: l’utente deve essere convertito in visitatore consapevole del sito attraverso pay per click, landing page e call to action efficaci.

Nella fase 3: passaggio fondamentale, i visitatori devono essere trasformati in clienti, per guidare all’acquisto l’importante trasmettere fiducia, presenza e autorevolezza nel settore dunque in questa fase del funnel largo spazio a email marketing informative, fogli di lavoro e brochure esplicative e dettagliate riguardo il prodotto o servizio.

Se si arriva alle fase 4: significa che la conversione è andata a buon fine. Ora è indispensabile non abbandonare il cliente ma soddisfarlo in modo che diventi un buon ambasciatore del vostro brand: le recensioni sono la miglior pubblicità. Sono utili newsletter, aggiornamenti costanti sui social networks e brevi call to action.

Voi utilizzate le tecniche di Inbound Marketing? Contattateci se volete definire insieme ai nostri esperti una strategia per la vostra azienda.