STUDIO PERAZZA
 Via Tintoretto, 10

31056 Roncade (TV)

Phone: +39 0422 1789203
info@perazza.it

FOLLOW
Top

web marketing Tag

Viralità: come raggiungerla in breve

Si parla spesso di viralità, di come far diventare di successo i propri contenuti e di come aumentare le visite sul proprio blog. Sicuramente anche voi vi chiedete spesso quale sia il modo più furbo e sicuro per rendere i vostri articoli o post virali nel web, e non sbagliate, infatti la viralità dei contenuti che pubblichiamo online è importante, in fin dei conti il numero di condivisioni e visualizzazioni sancisce il successo, o meno, di ciò che abbiamo pubblicato e di conseguenza del nostro sito, blog o social. Se lo scopo è attirare persone, e nuovi clienti, è sicuramente importante arrivare ad essere notati da più persone possibile online! Non si scampa dalla solita regola di pubblicare contenuti di qualità ma eccovi 5 pillole veloci, giusto come promemoria, per pubblicare contenuti che aspirano ad essere virali.

La pagina web giusta: ecco come costruirla

Organizzare i contenuti del vostro sito web in maniera efficace e performante è uno degli elementi base per convincere gli utenti a rimanere sul portale, continuare la lettura e portare a termine la conversione. La costruzione oculata di una pagina web è un passaggio obbligato per assicurarsi di colpire l’attenzione del potenziale cliente, quindi eccovi 7 azioni consigliate da fare per costruire una buona pagina web che riguardano l’organizzazione degli spazi e dei contenuti, la realizzazione grafica e l’aspetto.

L'importanza della reputazione online

Tripadvisor conferma che il 93% delle persone che visita il portale per fare prenotazioni consulta accuratamente le recensioni prima di scegliere una struttura alberghiera e il 53% preferisce non prenotare in una struttura priva di recensioni. I commenti e le testimonianze degli altri clienti giocano quindi un ruolo fondamentale sulle decisioni di acquisto delle persone. Il modo in cui una struttura alberghiera si presenta online tramite l’immagine che si autocostruisce (con il sito, i social, etc) e l’immagine che ne disegnano i clienti (recensioni sulle OTA, sui blog, le stelle sui social networks, etc) influenzano concretamente le vendite. E’ sempre più comprovato che la qualità della reputazione online abbia un’influenza direttamente proporzionale sulla quantità di conversioni (prenotazioni e vendite) ottenute. Gestire la brand reputation è quindi una vera e propria mossa di marketing.

Content plan per le piattaforme online

Se vi siete trovati a domandarvi ma oggi cosa pubblico? Quando posto il mio nuovo articolo? Oppure, ma perché nessuno legge i miei social e il mio blog? Allora la risposta è che avete bisogno di studiare e definire un content plan, ovvero un piano editoriale per pianificare le vostre strategie di content marketing, che pianifichi cosa, quando e dove pubblicare ma che tenga anche conto di promuovere le vostre piattaforme e controllarne i risultati.

La web advertising punta su video e social

La pubblicità online ha ancora successo? E sotto quali forme? I dati pubblicati da Data media Hub, e riportati da Wired, mostrano un cambiamento dei trend rispetto al precedente anno e registrano un calo di investimenti aziendali negli spot pubblicitari e banner in modalità display. Questi primi sei mesi del 2015 regisrano infatti un calo del 6,9% degli investimenti pubblicitari nei banner online. Di contrappunto crescono invece di molto gli investimenti pubblicitari in video +16% e nei social networks +46%, con conseguenti migliori risultati.

Ecommerce e showrooming

Sono tornati di recente a farsi sentire i malumori nei confronti di un fenomeno portato alla ribalta nel 2012 da uno studio condotto da ClickIQ sul comportamento di acquisto ecommerce. Lo studio, pubblicato tre anni fa da eMarketer, aveva messo in luce un fenomeno che ha continuato a dilagare e a crescere. Lo studio ha mostrato che il 45,9% dei compratori americani che acquistano online preferiscono, prima dell’acquisto, visitare comunque lo store per toccare il prodotto dal vivo, testarlo di persona ma procedere poi con l’acquisto online dove il costo è minore.

L'importanza di una buona link building

Insieme alle tecniche Seo, l’inserimento di video e l’utilizzo strategico del copywriting, un altro fattore importante che aiuta il posizionamento online è la link building. Si tratta di costruire una rete di link, posizionati su siti terzi, che rimandano alla pagina/sito che vogliamo ottimizzare; in poche parole si tratta di costruire, più o meno artificialmente, link in ingresso che generino traffico verso il nostro portale. Semplice penserete voi, basta inserire il link della propria pagina ovunque nel web! In realtà non è così facile, Google, sempre più intelligente e preciso negli algoritmi di controllo, è in grado di definire la qualità e la “veridicità” della link building oltre al traffico effettivo generato dai singoli link. Se Google si accorge di stratagemmi poco veritieri penalizzerà il sito e potrebbe arrivare anche al punto di bannarlo quindi prestate attenzione!

Il successo di YouTube e del video sharing

Video sharing virale, youtuber in continuo aumento e la Seo che ora tiene conto anche della presenza dei video (come spieghiamo in questo articolo). Il mondo del web è cambiato e a guadagnare sempre più spazio e importanza è il formato video. Meno parole scritte e più immagini, audio e clip. Da dove arriva tutto questo successo dei video?

Video: sempre più importanti per il posizionamento

Lo sapevi che la presenza di un video in una pagina web aumenta di 53 volte la possibilità di posizionarsi nei posti più in alto nella serp di Google? Il Re dei motori di ricerca è in grado di vedere se all’interno di un sito, o pagina, si trova un file video, elemento a cui riserva sempre più importanza per determinare il Page rank e il posizionamento sulla serp. Un chiaro sintomo dello sviluppo dell’importanza dei video non ha caso è stata la crescente attenzione di Google al suo canale di video sharing You Tube.

Campagne User Generated Content: casi di successo

Abbiamo parlato in questo articolo di cosa siano gli User Generated Content e di come si possa avviare una campagna ben fatta con questi contenuti che, essendo generati dai vostri stessi clienti rappresentano non solo un modo veloce che leva a voi fatica di pubblicare contenuti che parlano dei vostri prodotti ma sono anche una vera e propria campagna promozionale e di brand building. Volete prendere spunto dai casi migliori? Ecco 5 aziende, famose a livello internazionale, che hanno costruito delle campagne di UGC efficaci e dai risultati tangibili, in grado di portare al prodotto molta pubblicità, invogliare il consumatore a partecipare (e di conseguenza ad acquistare il prodotto) e in grado di rafforzare la brand reputation attraverso i diversi canali web.

User Generated Content: la partecipazione è la miglior pubblicità

Hai creato i canali giusti online, li hai arricchiti con contenuti di qualità ma il traffico latita? C’è bisogno di condivisione, agli utenti piace essere partecipi, chiamati in causa e sentirsi parte di una community. Ecco perché entrano in gioco gli User Generated Content. Letteralmente sono i contenuti generati dagli utenti, ovvero contenuti (scritti, foto o video) pubblicati non da voi ma dagli utenti stessi ai quali viene richiesto di farsi sentire in merito al vostro prodotto/servizio presentandolo al meglio. Si tratta di una vera e proprio campagna marketing con contenuti promozionali, solo che al posto di farla voi saranno i vostri clienti, follower, amici dei social.

Un sito costruito con design responsivo è in grado di adattarsi agli schermi di qualsiasi supporto tecnologico, a diverse piattaforme e device; è quindi leggibile non solo dal pc ma anche utilizzando smartphone e tablet: strumenti che si stanno affermando come i più utilizzati per la navigazione internet.